Arriva l’inverno…

Arriva l'inverno...

Se lautunno ci invita a lasciar andare, a chiudere i cicli e a raccogliere con gratitudine i frutti di ciò che abbiamo seminato, l’inverno è il momento adatto sia per rafforzare le proprie fondamenta  che per conservare le energie, armonizzare le proprie emozioni e privilegiare momenti di raccoglimento e introspezione per capire come plasmare la propria vita.

L’inverno è il periodo dell’anno in cui la natura si riposa , si rigenera, le temperature scendono, c’è meno luce durante la giornata e le piogge diventano più frequenti.

Ci accompagnano in questo passaggio il cambio dei colori e delle abitudini che inevitabilmente  influiscono sul nostro umore che un poco alla volta  si copre di un velo di  malinconia.

Nei giorni freddi e bui dell’inverno, la casa può diventare il nostro ”rifugio” nel quale sentirsi coccolati e protetti.

Da qui gli scenari invernali più frequenti sono: ranicchiarsi sotto le coperte in una fredda notte, sorseggiare una tisana mentre si legge un libro sul divano, prendersi il proprio tempo davanti il camino, con il rischio ,però, sempre più alto di  faticare a rimanere motivati.

È probabile che questi mesi sembrino più lunghi e più stressanti delle stagioni più soleggiate. Ecco perché è necessario prepararsi ad affrontare l’inverno con lo spirito giusto e con il sorriso.

Se imparare a gestire le emozioni è fondamentale, lo è anche inserire abitudini potenzianti nella propria vita quotidiana che possano aiutare ad ottenere un maggiore livello di soddisfazione ed autostima.

Preservare il nostro benessere è essenziale e dunque agire per tempo è un bene prezioso.

E’ importante assicurarsi uno stile di vita sano e in linea con le proprie esigenze.

 

Una delle azioni da mettere in campo per “ripararsi” dai possibili effetti nefasti del freddo, sulla nostra psiche ,ad esempio, è fare dell’ attività fisica e preferibilmente all’aperto.

Esporsi alla luce del sole è fondamentale per il nostro organismo. Solo così si stimola la produzione di serotonina, l’ormone del buonumore, e di vitamina D, una vitamina dalle innumerevoli funzioni vitali .

Si sa che pensare di fare del movimento all’aperto con temperature piuttosto basse  fa venire i brividi. E può spaventare ancora di più l’idea di prendersi una bella infreddatura, ma molti studi internazionali sono concordi sul fatto che muoversi  all’aperto ,con le dovute precauzioni e i giusti accorgimenti può dare grande beneficio allo stato di salute generale di tutte le persone .

Che sia per le vie della città o in un bosco o su sentieri di montagna innevati, camminare d’inverno è un momento per entrare in contatto con la natura addormentata in attesa del risveglio della primavera ed  ha un grande potere benefico sulla mente.

Un momento tutto da godere ,che permette di liberarsi completamente dalle tensioni mettendo all’angolo i pensieri negativi e  donando un profondo rilassamento mentale.

Questo ci permette  allo stesso tempo di scollegarci dalla tecnologia che ormai invade la nostra vita dettandone i tempi ed i ritmi sempre più veloci e frenetici.

Seppur tentati,spesso evitiamo di fare attività fisica quando fa freddo per la paura di raffreddori e contratture muscolari. In realtà  fare del movimento all’aria aperta in inverno, come una semplice camminata o una corsa, produce meno infortuni e traumi rispetto a muoversi nella stagione estiva.

Per evitare l’influenza basta vestirsi adeguatamente: meglio vestirsi a strati indossando tute termiche traspiranti in microfibra che trasportano il sudore verso l’esterno. In questo modo non avremo tessuti umidi a contatto con la pelle ed eviteremo il raffreddore.

Praticare attività fisica  durante i mesi invernali consente anche di mantenere una maggiore mobilità articolare.

Nei mesi freddi ci si muove meno e questo comporta un maggior irrigidimento della colonna vertebrale. Inoltre il clima più rigido aumenta la tendenza naturale ad irrigidirsi tenendo più contratti i muscoli trapezi (con il freddo si tende a raccogliere le spalle). Perciò praticare degli allungamenti muscolari della colonna e degli esercizi di stretching  aiuteranno a rimanere più mobili e meno contratti.

Ricordiamoci sempre, però, che qualsiasi sia l’attività fisica che vogliamo fare dobbiamo portare l’ascolto al nostro corpo, alle sue sensazioni e ai suoi bisogni.

Quindi, non pensiamo di doverci mantenere attivi a tutti i costi. Ci saranno giornate in cui abbiamo bisogno di più energia e movimento, altre in cui saremo più raccolti, lunari e meditativi.

La magia dell’inverno è tutta da godere…lentamente


Scrittrice: Barbara Carducci.

Ti è piaciuto il post? Condividi!