L’estate e la medicina tradizionale cinese.

L’estate e la medicina tradizionale cinese.

Il cambio stagione è sempre un momento importante, generalmente di notevole impatto nelle nostre vite.

Cosa succede al nostro equilibrio?

Quali sono i consigli per affrontare al meglio la stagione estiva?

Secondo la medicina tradizionale cinese in autunno abbiamo rallentato il ritmo, in inverno abbiamo lasciato riposare il corpo-mente, in primavera abbiamo visto germogliare e fiorire le nostre idee… ora è giunto il momento di maturare!

L’estate è la stagione comparabile alla massima crescita alla quale potrà mai ambire la persona, ovvero, al periodo nel quale finalmente l’uomo raggiunge la maturità fisica e mentale.

L’Estate è la stagione dominata dall’energia dell’elemento Fuoco collegato a sua volta all’organo del Cuore ed è per questo che rappresenta il periodo in cui siamo più felici, instauriamo più relazioni e siamo più propensi a sentimenti ed emozioni.

L’estate è il simbolo della spensieratezza, della libertà; non a caso, l’emozione collegata a questo Elemento è proprio la gioia fonte di allegria, movimento, circolazione.

Quella del fuoco è un’energia penetrante che si diffonde rapidamente in tutte le direzioni e può anche sfuggire al controllo.

Da sempre appassionata di movimento in tutte le sue forme dopo la specialistica in tecnico della postura, frequenta le più’ importanti scuole internazionali diplomandosi come insegnante di Pilates sia studio che matwork. Nell’ ampliare i suoi orizzonti formativi e le competenze diventa master Reiki e insegnante hatha yoga e del metodo Garuda.

Dal 2012 è master trainer e docente di formazione presso la Stark body flying.

Deve costantemente essere alimentata e il suo calore si diffonde in sintonia con l’ambiente circostante.

Se una persona d’estate sta bene, l’energia del Fuoco l o influenzerà positivamente.

Il fuoco non alimentato invece tende a spegnersi portando così ad una perdita di motivazioni.

Compare agitazione, superficialità, protagonismo, attaccamento, oppure al contrario depressione, assenza, ritiro, pessimismo.

Il soggetto con squilibri di energia fuoco è spesso eccentrico ed esuberante. Potrebbero verificarsi problemi di pressione (la circolazione è legata al Fuoco), eccessiva udorazione (il sudore è il
liquido del Fuoco), varici che peggiorano in estate (i vasi sanguigni sono collegati al fuoco), o anche squilibri a livello mentale (l’aspetto mentale, lo Shen, è legato al Fuoco) come anche il non
sopportare il calore, visto che questo è l’energia collegata al Fuoco.

Chi può allontanarsi dalle incombenze quotidiane e prendersi una pausa ritrova in questa stagione dell’anno un’occasione preziosa proprio per staccare la spina e riprendere fiato.

Per vivere in armonia anche questa stagione si possono seguire dei facili consigli.

SEGUIRE IL CICLO DELLA NATURA alzarsi presto e coricarsi tardi, così da sfruttare al massimo la luce del sole e nutrirsi della sua energia.

SUDARE La medicina cinese ci ricorda, ad esempio, che quando fa molto caldo sudare è importante. Si può quindi fare uso di spezie e cibi che promuovono la sudorazione, come ad esempio
la menta e il peperoncino fresco.

INTEGRARE I LIQUIDI Aumentando la sudorazione però è fondamentale reintegrare i fluidi corporei.

Con la calura estiva la quantità di sudore aumenta, se non si reintegrano opportunamente i liquidi, nell’apparato urinario possono apparire fenomeni di cristallizzazione che in seguito possono dar luogo a calcoli.

Per prevenire la formazione di calcoli, bere molta acqua. Quindi bere molta acqua, mangiare frutta e verdura e scegliere cibi che, secondo la medicina cinese, aumentano la produzione dei liquidi, come avocado, ananas, anguria, melone, pesca e prugna.

ALIMENTAZIONE Meglio puntare su alimenti neutri e leggermente rinfrescanti come:

  • Verdure;
  • Frutta (sempre con moderazione poichè altamente umidificante);
  • Cereali in chicchi (riso, orzo, farro, quinoa, miglio, mais…);
  • Legumi. Evitare tutto ciò che ha un effetto riscaldante.
  • Peperoncino, zenzero, cannella e tutte le spezie tipicamente invernali;
  • Carne, specie selvaggina e ovina;
  • Caffè e superalcolici.

PRENDERSI CURA DEL PROPRIO CUORE…. E DELLE PROPRIE EMOZIONI Ritagliarsi con regolarità per se stessi, dei momenti per dedicarsi alle relazioni che ci appagano veramente.

Ma non esagerare con la “gioia”. In medicina cinese ogni tipo di eccesso, anche quando positivo, rappresenta uno squilibrio.

MOVIMENTO FISICO La ricerca del benessere passa da diverse vie: l’ascolto, l’osservazione, i trattamenti fisici ed il movimento. L’esercizio fisico è una componente che non può quindi
mancare. In estate è opportuno scegliere i momenti meno caldi della giornata, il mattino presto e la sera; preferibilmente in un luogo prossimo all’acqua, parchi o giardini dove l’aria è fresca e
pulita.

I programmi di allenamento possono comprendere la camminata, jogging, taijiquan, un’attività fisica comunque moderata.

Lo Yoga è un valido supporto per stimolare ed allungare i nostri Meridiani (o Nadi) di modo da liberare eventuali ostruzioni e permettere un fluire costante e continuo dell’Energia.

Vivere bene ciascuna stagione è presupposto essenziale per affrontare al meglio quella successiva.

Per questo il mio augurio è che quest’estate ci riservi tempo, spazio e occasioni felici per aiutare il nostro Cuore ad accogliere il fluire degli eventi, in maniera spontanea, libera.


SCRITTRICE: Barbara Carducci

Ti è piaciuto il post? Condividi!